fbpx

industria

Prodotti adatti per l'industria

Barriera a lama d'aria

Le barriere a lama d’aria sono sempre più diffuse anche negli edifici per la produzione industriale, permettendo di tenere i portoni aperti (o aprirli con frequenza) favorendo l’ingresso di addetti, automezzi e merci, salvaguardando la salute del personale (evitando continui sbalzi termici) e riducendo le dispersioni connesse all’apertura dei portoni.

Una barriera a lama d’aria correttamente dimensionata ed installata, grazie al getto d’aria che viene generato, mantiene all’interno dell’ambiente circa l’85% del calore prodotto dall’impianto di riscaldamento. Statisticamente, solo il 15% viene perduto, cioè molto meno di quanto verrebbe perso con le porte aperte in assenza di barriera d’aria.

Ove sia necessario separare due zone da mantenere in condizioni termoigrometriche diverse (es. magazzini parzialmente riscaldati), può essere utilizzata una barriera d’aria al posto di una porta fisica che ostacolerebbe il passaggio delle merci.

È importante che le barriere a lama d’aria siano scelte in base alle caratteristiche del portone per fornire un flusso d’aria adeguato e installate il più vicino possibile al varco. Per raggiungere le dimensioni dei portoni, a volte notevoli, la nostra gamma comprende barriere per montaggio orizzontale o verticale, concepite come moduli da affiancare o sovrapporre, evitando conflitti con le aperture dei portoni stessi.

Unità ventilanti

L’importanza dei ricambi d’aria nasce dalla necessità di garantire in ambiente il giusto livello di ossigeno ed anidride carbonica e ridurre la presenza di batteri, virus, muffe ed eventuali odori sgradevoli e sostanze nocive, immettendo nei locali aria esterna, pulita, ed estraendone quella viziata. Ciò è sempre più necessario negli edifici industriali ove si svolgono lavorazioni nocive che, in passato erroneamente tollerate, oggi vengono messe sotto accusa.

La semplice apertura di porte e finestre è, sì, un sistema semplice per ottenere ricambi d’aria, ma non sempre è praticabile (es. assenza di finestre, collocazione scomoda tipo lucernari, creazione di correnti fredde). Anche nei casi in cui sia possibile aprire le finestre, è preferibile l’uso di unità ventilanti che permettono di fornire i giusti ricambi d’aria limitando tuttavia i consumi di energia. Questo avviene grazie al funzionamento con doppi ventilatori (uno per estrarre l’aria viziata, l’altro per immettere aria pulita) con interposto un recuperatore di calore.

Unità ventilanti senza canali

Oggi è possibile optare per le unità ventilanti senza canali, disponibili anche in versioni specifiche per capannoni industriali ed installabili in poche ore. L’unità ventilante sarà facilmente collocata in corrispondenza di un’apertura praticata su una parete esterna, che dia su strada o su un cortile retrostante o sul tetto e, una volta collegata alla rete elettrica, inizierà il suo lavoro, secondo la programmazione prevista dall’unità di controllo dedicata.

Recuperatori di calore

Per risolvere le problematiche di dispendio energetico, legate al trattamento dell’aria nella produzione industriale, SIRE fornisce recuperatori di calore ai costruttori di impianti di verniciatura e di essiccazione, ed ai costruttori di forni a media temperatura.

La gamma comprende recuperatori di calore a flussi incrociati, la versione più tradizionale e versatile, per portate d’aria fino ad oltre 100.000 m3/h ; disponibili in alluminio, anche con protezione anticorrosione ed acciaio inossidabile; recuperatori di calore in controcorrente, con rendimenti fino ad oltre il 90% ; recuperatori di calore a tamburo rotante, in alluminio con e senza protezione anticorrosione.

Umidificazione e deumidificazione

I trattamenti termici nella ventilazione industriale, e specialmente quelli legati ai processi di verniciatura e spalmatura, nonché nell’industria alimentare ed in agricoltura, prevedono spesso la necessità di umidificare l’aria o, al contrario, liberarsi dell’umidità in eccesso accumulata sotto forma di nebbia. A questo scopo forniamo separatori di gocce in polipropilene (quindi inalterabile, paragonabile all’acciaio inossidabile)  per riparare dalla condensa i componenti d’impianto a valle delle batterie di raffreddamento, e di umidificatori a pacco evaporante in cellulosa o in fibra di vetro, spesso usati per lo stesso scopo, ma soprattutto per umidificare l’aria.

Ventilazione e riscaldamento

Negli impianti industriali con canali circolari vi è spesso necessità di rinforzare il lancio dell’aria prodotto dal ventilatore principale, tramite un altro ventilatore di rinforzo. Per questo e per altri usi generali vengono utilizzati i cassonetti ventilanti con motore direttamente accoppiato, disponibili per portate d’aria fino ad oltre 6000 m3/h. Ulteriori trattamenti dell’aria si ottengono con i riscaldatori a batteria alettata (di serie o su misura), con i riscaldatori elettrici e con i silenziatori.

Non hai trovato quello che cercavi?
Vuoi ricevere maggiori informazioni su un prodotto?
Compila il form per essere contattato da un nostro incaricato.

Chiedi una consulenza gratuita.
Cerchiamo di offrirti sempre il meglio, ogni giorno.
Il nostro ufficio tecnico è  disposizione per eventuali dubbi o chiarimenti riguardo i nostri prodotti.